Cataratta ed Operazione di Cataratta

Ridona la luce ed i colori alla tua vita

Il Dr. Marco Lombardo ed il suo staff offrono consulenza nella diagnostica e nel trattamento chirurgico della cataratta. L’operazione della cataratta viene effettuata con le tecniche e la strumentazione più avanzata, in anestesia topica (gocce di collirio) ed in regime ambulatoriale.

 

Cataratta

La cataratta è una opacizzazione del cristallino, che è la lente oculare che consente la messa a fuoco. I sintomi più frequenti di cataratta sono la visione di aloni intorno alle luci, lo sdoppiamento della vista, l’alterata visione dei colori e la riduzione della vista, che peggiora con l’evolvere dell’opacità.

Paesaggio normale
Paesaggio cataratta
A sinistra, Visione simulata in caso di cristallino trasparente. A destra, in occhio con cataratta.

L’operazione di cataratta viene eseguita quando si ha una riduzione della vista, tale da non consentire agevolmente il normale svolgimento delle attività quotidiane.

Operazione di Cataratta

La facoemulsificazione è il metodo tradizionale e più usato per rimuovere la cataratta. Da qualche anno, insieme alla facoemulsificazione si può utilizzare anche il laser a femtosecondi. In quest’ultimo caso, il laser a femtosecondi viene impiegato per creare le incisioni corneali, la capsuloressi e la frammentazione della cataratta. L’intervento è quindi concluso impiegando il facoemulsificatore ed impiantando una lente intraoculare.

La cataratta è sostituita con un cristallino artificiale (lente intraoculare) che consente la correzione del difetto di vista dell’occhio operato. Oggi vi è anche la possibilità di impiantare lenti pseudo-accomodative, che ristabiliscono parzialmente la capacità di messa a fuoco dell’occhio, per usare il meno possibile gli occhiali per leggere dopo l’intervento.

L’operazione di cataratta viene generalmente effettuata in via ambulatoriale. E’ eseguita in anestesia topica (con gocce di collirio) e dura meno di venti minuti. La cataratta è rimossa attraverso un mini taglio corneale che non richiede suture. La terapia postoperatoria prevede l’applicazione di colliri antinfiammatori ed antibiotici e necessita di una terapia antibiotica per via orale.

Cataratta Secondaria

La cataratta secondaria consiste in una opacizzazione della capsula posteriore del sacco del cristallino, in cui viene inserita la lente intraoculare dopo l’operazione di cataratta. Oggi tale complicanza si è notevolmente ridotta al 2-5% degli interventi, contro un 20% degli anni ’90, grazie alle nuove tecniche chirurgiche ed alle nuove lenti intraoculari disponibili. Il trattamento della cataratta secondaria si avvale dell’uso del laser Nd-Yag in grado di aprire un foro nella capsula posteriore del cristallino e ripristinare la trasparenza dell’asse visivo. Il trattamento laser è indolore e dura pochissimi minuti.

Cataratta secondaria
YAG laser
A sinistra, occhio con Cataratta Secondaria. A destra, dopo il trattamento YAG laser. E’ bene evidente l’effetto del laser nell’aprire la capsula posteriore del cristallino e ristabilire la trasparenza dell’asse visivo.

Prenota un appuntamento

prenota ora

Domande Frequenti - Chirurgia della Cataratta

Quali sono le complicanze ed i possibili effetti collaterali?

Le complicanze dell’operazione dovranno essere discusse nel dettaglio con il proprio oculista. Come per ogni altro intervento chirurgico non è garantito il successo al 100%. L’intervento di cataratta è, in mani esperte, un intervento sicuro ed efficace nella stragrande maggioranza dei casi.

Qual è il tempo di recupero?

Il recupero visivo richiede in genere 24-72 ore. E’ sempre però raccomandato un periodo di riposo di una settimana per tornare ad essere pienamente efficienti.

L’intervento è doloroso?

L’intervento è eseguito in anestesia locale, con gocce di collirio. Per le prime 48 ore  può essere avvertita una sensazione di corpo estraneo nell’occhio. La terapia topica postoperatoria ha piena efficacia nel ridurre o eliminare questi minimi disturbi.

Potrò eliminare gli occhiali o le lenti a contatto dopo l’operazione di cataratta?

L’intervento di rimozione della cataratta non è un intervento di chirurgia refrattiva e, come tale, non mira ad eliminare la dipendenza dall’uso di occhiali o lenti a contatto. Dopo l’intervento viene impiantata una lente intraoculare che consente al paziente la messa a fuoco per lontano o per vicino; da qualche anno sono disponibili lenti intraoculari multifocali per la messa a fuoco a varie distanze focali. Si raccomanda ad ogni paziente di comunicare al proprio medico oculista quale sia la correzione desiderata.