Lenti Elettroniche

Con lenti elettroniche si indicano sia lenti ibride, ovvero lenti costituite in parte da ottiche tradizionali ed in parte da ottiche innovative come i cristalli liquidi oppure lenti interamente costituite da cristalli liquidi. Esistono già prototipi di occhiali, lenti a contatto e lenti intraoculari elettronici. Molto presto, le lenti elettroniche consentiranno di interagire in prima persona in un mondo di realtà espansa (“augmented reality”).

OCCHIALI ELETTRONICI

OcchialeLCDUn prototipo di occhiali elettronici, presentato sulla rivista PNAS (2006, vol. 103, n. 16), è stato messo a punto dagli oculisti e dai bioingegneri dell’Università dell’Arizona in collaborazione con la PixelOptics; la sua versione più aggiornata potrebbe essere pronta per l’immissione in commercio nel giro di due-tre anni. La tecnologia utilizzata è simile a quella degli schermi dei televisori. In pratica, uno strato di cristalli liquidi viene incapsulato tra due lenti e al suo interno viene fatta passare una corrente elettrica, a bassissimo voltaggio, che permette di mettere a fuoco le immagini poste vicino come quelle a distanza in una frazione di secondo, in modo automatico e appena percepibile dall’occhio umano. La messa a fuoco per vicino è resa possibile grazie ad un dispositivo di “autofocus” simile a quello utilizzato dalle moderne telecamere digitali compatte. Le nuove lenti potrebbero rivoluzionare completamente l’approccio alla correzione ottica della presbiopia. L’unico neo ancora è l’aspetto estetico della montatura disegnata per sorreggere le lenti ibride, molto simile all’occhiale per la prova lenti che comunemente usano gli oculisti!

LENTE A CONTATTO ELETTRONICA

lo sapevi che 01Il prototipo di lente a contatto elettronica contiene un micro-diodo a luce rossa ed è stato sperimentato sul coniglio, non dimostrando alcun effetto avverso. La via per raggiungere l’uso nell’uomo è ancora lunga, in quanto se da un lato le lenti a contatto sono materiali altamente sicuri e ben tollerati dall’occhio umano, lo stesso non si può dire per i processi di fabbricazione dei circuiti elettronici, che richiedono l’uso di prodotti chimici potenzialmente tossici e materiali inorganici. Non ultima la difficoltà di alimentare la lente a contatto elettronica, magari impiegando delle micro-celle solari impiantate direttamente sulla lente stessa.

LENTE INTRAOCULARE ELETTRONICA

Lente-intraoculare-elettronica1

Il prototipo di lente intraoculare a cristalli liquidi è stato prodotto dai ricercatori olandesi della Electronic Instrumentation in collaborazione con la OKO Technologies. Il prototipo consiste di un cristallo liquido nematico posto tra due vetrini, che correggono il defocus iniziale, su cui sono montati gli elettrodi trasparenti. Modificando l’ampiezza e la frequenza della corrente elettrica, a bassissimo voltaggio, è possibile modificare la messa a fuoco della IOL per migliorare la visione per vicino. I primi esperimenti hanno dimostrato come questa tecnologia sia in grado di modificare il potere focale della lente intraoculare elettronica fino a +3 diottrie, mediante un controllo wireless. Queste proprietà rendono la lente intraoculare elettronica tra le applicazioni di maggior beneficio nel prossimo futuro per la correzione della presbiopia dopo chirurgia della cataratta.

Prenota una visita

prenota ora