L’innovazione che aiuta a guardare lontano

array(3) { ["url"]=> NULL ["width"]=> NULL ["height"]=> NULL }

Un dispositivo che “guarda lontano”. Letteralmente parlando, dal momento che “Chromo4Vis” riguarda la vista. Si tratta di uno strumento innovativo, il primo del genere al mondo che tratta di Teranostica in oftalmologia. Termine che indica l’unione di due tappe fondamentali nella salute: la terapia e la diagnostica. Attraverso il quale un giovane e geniale medico chirurgo oculista come Marco Lombardo, insieme al fratello Giuseppe ingegnere e ricercatore del Cnr, ha puntato a rivoluzionare la cura del cheratocono. Malattia oculare che rappresenta ad oggi la principale causa del trapianto di cornea nei giovani fra i 15 e i 25 anni.

In Italia 50 mila malati di cheratocono

«In Italia colpisce circa 50 mila persone e le diagnosi sono in aumento. Soprattutto al centro sud, dove c’è maggiore calore ed è più alta la concentrazione di raggi Uva –spiega il dottor Lombardo con una passione e un entusiasmo “visibili” in ogni parola e gesto con cui presenta il suo lavoro-. L’unico intervento in grado di poter rallentare o arrestare la progressione della patologia ed evitare il trapianto è il cross-linking corneale (la cornea viene indurita attraverso un trattamento di riboflavina o vitamina B2 irradiata con raggi ultravioletti, ndr). La cui efficacia però può essere valutata solo a posteriori, occorre aspettare almeno 12 mesi. Chromo4Vis offre al chirurgo una valutazione in tempo reale sull’effettiva efficacia del trattamento, senza dover attendere un anno di visite al fine di sciogliere la prognosi». Come dire uno strumento davvero unico con il brevetto già depositato in Italia e in attesa del riconoscimento nel resto del mondo. Dotato di un algoritmo di intelligenza artificiale che auto-apprende diventando sempre più preciso ed accurato nel tempo. E cosa da non sottovalutare quando si tratta di salute, permette di minimizzare il rischio di errore umano.

fonte: www.metronews.it/16/11/30/ecco-linnovazione-guardare-lontano.html