Nuovi metodi per la diagnosi precoce delle malattie della retina e del nervo ottico

Il futuro per la diagnosi precoce delle malattie retiniche e del nervo ottico

Vision Engineering Italy è impegnato nello sviluppo di metodi automatici di diagnosi delle patologie della retina basati analisi delle immagini acquisite con oftalmoscopi ad ottica adattiva.

Retina con ottica adattiva

Ottica adattiva in oftalmologia

L’ottica adattiva è una tecnica in origine sviluppata in astronomia per ridurre lo sfuocamento delle immagini dei telescopi terrestri causate dalle turbolenze atmosferiche e vedere meglio le stelle ed i pianeti lontani.

Il primo prototipo di oftalmoscopio ad ottica adattiva è stato progettato nei laboratori di Ottica della Visione nell’Università di Rochester (USA) nel 1996.

retina con ottica adattiva

Immagine con oftalmoscopia ad ottica adattiva dei fotorecettori retinici. La tecnologia consente di osservare le singole cellule retiniche. Ogni cellula ha diametro di pochi micrometri (1 micrometro=1 millesimo di millimetro). Grazie all’ottica adattiva sarà presto possibile diagnosticare precocemente le malattie della retina e salvare la vista a milioni di persone in tutto il mondo.

Come funziona l’ottica adattiva

L’ottica adattiva è una tecnologia che consente la correzione delle aberrazioni ottiche oculari. Gli attuali strumenti di diagnostica delle malattie della retina e del nervo ottico, come l’OCT e l’oftalmoscopia laser, utilizzano le superfici ottiche oculari come lenti oggettive.  Sono fortemente limitati dalle aberrazioni ottiche.

SLO e AOL’oftalmoscopia ad ottica adattiva ha una risoluzione 6 volte superiore rispetto ai migliori strumenti oggi in commercio. Consente di risolvere le singole microstrutture dei tessuti oculari, come i fotorecettori, i capillari e le fibre nervose. La nuova tecnologia sarà non solo in grado di fornire conoscenze significative dell’anatomia e della fisiologia della retina e del nervo ottico ma, soprattutto, potrà introdurre nella pratica clinica un potente strumento per la diagnosi precoce ed il trattamento accurato di numerose patologie retiniche, nello specifico delle malattie dell’area maculare. Milioni di persone in tutto il mondo potranno trarre beneficio dall’introduzione della tecnologia di ottica adattiva proposta nell’ambito clinico quotidiano.

 

In alto un’immagine del fondo oculare acquisita con l’oftalmoscopia a scansione laser. Nella regione maculare è sovraimposta l’immagine acquisista con l’oftalmoscopia ad Ottica Adattiva. In basso un dettaglio dello strato dei fotorecettori della macula.

Il nostro progetto

Lo staff di Vision Engineering Italy srl è impegnato nello sviluppo della tecnologia dell’ottica adattiva per la diagnosi precoce delle malattie della retina dal 2002. L’esperienza maturata in questi anni rappresenta il punto di forza dello staff che collabora con i più importanti centri di ricerca nel mondo con l’unico obiettivo di avanzare questa tecnologia verso l’applicazione clinica.

Considerato che oggi, in moltissimi casi, le patologie retiniche e del nervo ottico sono diagnosticati solo dopo la comparsa di danni retinici significativi ed irreversibili, la diagnosi precoce può rappresentare il primo passo al fine di curare precocemente i danni tissutali e salvaguardare la vista. Tutto ciò comporta la necessità di sviluppare strumenti e metodi sensibili a cambiamenti specifici, come la perdita di fotorecettori. L’aumento di contrasto ed il potere di risoluzione offerti dall’ottica adattiva sono in grado di raggiungere questo scopo.